Andria – Eretico Tour di Caparezza ed è subito delirio, travolgente ed emozionante, ogni canzone è spettacolo

IMG_0011.jpgLo show annunciato e pregustato già durante la conferenza stampa di presentazione ha preso forma ieri sera nel Palasport di Andria.
L’eccentrico Caparezza ha debuttato con il suo ‘Eretico Tour’, spettacolo nato e prodotto interamente in Puglia col sostegno di Puglia Sounds che sarà itinerante in tutta Italia.

L’atmosfera all’arrivo è già surriscaldata ma i tremila (circa) spettatori previstiIMG_0018.jpg giungono se lenti pur con euforica energia coadiuvata dalle sonorità ataviche di melodie medioevali ed elettro anni ’80.
Artefice di questa perfetta unione è il boia dal cappuccio rosso (sotto il quale si cela Carlo Chicco dj di Controradio) che domina dal palco tutto il pubblico il quale inizia a scatenarsi nel Palasport.

IMG_0024.jpgDall’alto del palco pendono due gabbie con degli scheletri, probabilmente due ‘eretici’ imprigionati e ormai defunti come sempre accadeva negli anni in cui chi si macchiava di eresia veniva ucciso con varie ed atroci metodologie.
Spuntano, poi, misteriosi oggetti di scena come una lancia con teschio conficcato, una mano con dito medio levato, microfoni, copricapo e l’ormai celeberrimo dito medio di Galileo.

Qualche incitamento da parte del pubblico che grida il nome del proprio idolo ed eccoIMG_0026.jpg entrare Caparezza con i suoi musicisti.
Fantastici con frak e cilindro, eleganti e perfetti per intonare le note del primo brano ‘Chi se ne frega della musica’.

Ed è subito delirio.

IMG_0031.jpgGià dall’incipit si coglie che la performance sarà emozionante, travolgente dove tutto si fa spettacolo, dove ogni canzone diventa un monito perché, come si sa, quando Caparezza vuol dire qualcosa riesce a farlo (come il non credere a dei dogma..ad esempio l’infallibilità del Papa..perché, come ci ricorda il cantante, sbaglia le doppie..!!)
Un connubio di musica che si fonde alla performance quasi teatrale, all’ironia, alla genialità di saper criticare e ammonire con testi radicali solitamente accompagnati da basi allegramente euforiche.

Caparezza, un eretico tra gli eretici vuole ricordarne uno in particolare con ‘Il dito medio diIMG_0038.jpg Galileo’ (ovviamente dedicata a Galileo) alla quale è seguita ‘Abiura di me’.
Il fuoco e l’oscurità hanno fatto, poi, da protagonisti per ‘Sono il tuo sogno eretico’; un girotondo felicemente macabro intorno all’albero dell’impiccagione e poi via con ‘Eroe’.
Cambio di sound oltre che di scenografia per la parte più reggae con ‘Legalize’ e il ‘Secondo secondo’.

Per ‘Kevin Space’, invece, Caparezza ha indossato gli abiti di un ‘tenente’ tutto particolare che indaga sui crimini della band, per poi intonare, tra le grida euforiche del pubblico, ‘La mia parte intollerante’ e ‘Io diventerò qualcuno’.

IMG_0034.jpgLe sorprese sul palco erano incessanti, pupazzi, luci, un maxi schermo sul quale era proiettata una versione particolare e originale di Super Mario Bros, oggetti vari che hanno reso lo spettacolo davvero grandioso.

Dopo l’esecuzione di ‘Goodbye maliconia’ e ‘La fine di Gaia’ l’artista ha letteralmente estasiato il palazzetto con ‘Puglia’ oltre che con la celebre ‘Vengo dalla luna’ e ‘Dalla parte del toro’.
A chiudere il concerto ‘Messa in moto’ sempre tratta dal ‘Il Sogno Eretico’.

Habemus Capa … cita la sua canzone del 2009…e…per fortuna!

Un breve del concerto lo trovate su:

http://www.youtube.com/watch?v=U5rw0TLfaDY

Luana Martino
Andria – Eretico Tour di Caparezza ed è subito delirio, travolgente ed emozionante, ogni canzone è spettacoloultima modifica: 2011-03-18T18:57:09+01:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento