Bari – Ritorno al … passato con ‘Amici Miei … come tutto ebbe inizio’

IMG_0006.jpgDal 16 marzo prossimo potremo vedere sugli schermi cinematografici “Amici Miei – come tutto ebbe inizio” il prequel della famosa saga della commedia all’italiana degli anni’70 “Amici miei”diretta da due maestri del cinema italiano, il primo e secondo atto da Mario Monicelli nel 1975 e 1982 il terzo nell’85 da Nanny Loi.

A presentare la pellicola, presso il Cineporto dell’Apulia Film Commission diIMG_0002.jpg Bari, il regista Neri Parenti e quattro dei protagonisti, Christian De Sica, Michele Placido, Paolo Hendel e Massimo Ghini. All’appello mancavano i toscani Giorgio Panariello, impegnato in teatro, Massimo Ceccherini e Alessandro Benvenuti.

IMG_0016.jpg“No non è un remake – mette subito in chiaro il regista Neri Parenti – E’ un sogno nel cassetto cullato per tanti anni ma è anche un omaggio alla mia città, ma soprattutto una promessa che ho mantenuto.
La sceneggiatura è costruita su un soggetto che è partito da lontano era e doveva essere la quarta saga di Monicelli e doveva intitolarsi “Amici Miei ‘400”. Ma è rimasta nel cassetto a causa anche dei lutti che hanno colpito i protagonisti originali”.

“Così ho ripreso in mano il soggetto prendendo le mie precauzioni non cambiando gliIMG_0014.jpg autori e soggettisti, ovvero Leo Benvenuti, Piero De Bernardi e Tullio Pinelli e ho riportato l’ambientazione alla corte di Lorenzo il Magnifico, in una Firenze alla fine del’400, periodo in cui le beffe erano all’ordine del giorno”.

IMG_0012.jpgUna sfida da Kolossal, un progetto costoso a cui hanno creduto i produttori Aurelio e Luigi De Laurentiis.
“Abbiamo investito in questo film – dichiara Luigi De Laurentiis – entrando in punta di piedi non travolgendo l’idea e lo spirito di questo progetto”.

“Sicuramente si potrà godere dello spirito autentico di Mario Monicelli – afferma Paolo Hendel – a cui anni fa gli chiesi cosa ne pensasse dell’idea di un sequel, e mi rispose che :“Amici miei” non è stato un capolavoro ma un film con una storia che funzionava e faceva ridere e se il quarto mantiene le stesse caratteristiche non ci sarà alcun problema”.

“Ci siamo allontanati dalla e farse natalizie – non recrimina Christian De Sica – in fin dei conti ioIMG_0023.jpg ne ho interpretati 27 film. Questa pellicola è sicuramente un film leggero ma con una sceneggiatura ponderata e pensata. E’ una commedia non una farsa”.

IMG_0017.jpg“E’ un atto d’amore al primo film – afferma Michele Placido – una commedia che ci porta nel Rinascimento dove si può intravedere lo sforzo economico per la ricostruzione degli ambienti”.

E’ un film che fa lavorare a chi vuole togliere lo spazio cinematografico e lo si evince dai numeri delle migliaia di maestranze che vi hanno collaborato, proprio come si faceva il cinema una volta,tanto da identificarlo in un kolossal.
Mesi di lavorazione per ricreare a Cinecittà una Firenze di fine 400, con strade, palazzi, chiese e piazze impegnando centinaia di operai, falegnami, stuccatori, ebanisti, tappezzieri, muratori.

3550 comparse a cui costumisti e parrucchieri hanno lavorato alacremente per vestirli di tuttoIMG_0029.jpg punto.
IMG_0032.jpgPer non parlare delle 110 persone di troupe .
In più anche un vero maestro di dizione fiorentina. Ebbene si i nostri protagonisti sono ritornati letteralmente sui banchi di scuola per imparare il toscano con il maestro Marco Martorini.

Un film che già prima di uscire ha creato controversie.
Polemiche all’uscita del trailer da parte di alcuni giornalisti, incomprensibili perché prima di valutare qualcosa occorre vedere personalmente l’opera completa che si vuole criticare.

Dopo 26 anni dall’uscita del primo atto, non si può fare a meno di pensare a Ugo Tognazzi, Adolfo Celi, Gastone Moschin, Philippe Noiret e Duilio Del Prete che nel film affrontano i loro disagi con scherzi anche di cattivo gusto a danno di malcapitati.

“Anche questo film – conclude Neri Parenti – ha lo scopo di distrarre il pubblico dalle angosce quotidiane rispecchiando certe dinamiche sociali odierne con spirito giovanile .

Anna deMarzo
Bari – Ritorno al … passato con ‘Amici Miei … come tutto ebbe inizio’ultima modifica: 2011-03-17T16:57:32+01:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento