Bari – Sagi Rei racconta con eleganza e raffinatezza Michael Jackson

IMG_0033.jpgEmozione è la parola con cui si può identificare Sagi Rei.

Nome d’arte del giovane israeliano Sagi Reitan, che negli ultimi anni si è fatto conoscere a livello internazionale con la pubblicazione di due album “Emotional Songs” ed “Emotional Songs Part 2”, dove ripropone con una chiave di lettura melodica i più noti brani degli anni novanta.

Un altro che produce cover che si aggiunge alla lista delle innumerevoli tributeIMG_0006.jpg band che impazzano in tutti i locali, verrebbe da dire.
Ma Sagi Rei è diverso, non scopiazza e non imita i cantanti e le loro canzoni, perché con la sua sensibilità artistica riesce a farle sue, consegnandoci brani che sembrano quasi degli inediti.

IMG_0029.jpgIeri sera in esclusiva per la Puglia, si è proposto al Teatro Forma di Bari, con un doppio set, proponendo il suo ultimo lavoro artistico “Sagi Sings Michael Jackson”.

Un omaggio al re del Pop, dove Sagi non ha voluto inserire le canzoni piùIMG_0018.jpg famose e ballabili del lungo repertorio di Michael Jackson (ben 82 album), ma solo quelle che più lo hanno influenzato e che più lo rappresentano.

Ha ricordato il cantante israeliano che già dall’età di 10 anni lo amava ascoltare, la sera si infilava le cuffie del suo walkman e riusciva ad emozionarsi fino alle lacrime ascoltando quei brani che per lui erano poesie.

IMG_0035.jpgE la poesia oltre all’emozione è l’altro filo conduttore di questo suo ultimo lavoro.
Un compito ardito, perché poteva comodamente cadere nella più facile ed allettante dance music dell’artista americano, ma ha preferito scegliere brani che trasmettessero emozioni.

Così sotto una luce più morbida, quasi soft e sognante ci ha fatto ascoltareIMG_0040.jpg con la sua voce intensa e versatile pezzi con un arrangiamento elegante ed accurato come “Man in the mirror”, “Black or White”, “Human Nature”, “The way you make me feel”, “You are not alone” .

Brani con la sola versione acustica della chitarra come “I’ll be there”, e una “Billie Jane” riproposta con una sonorità ed un arrangiamento che ricordava i ritmi caraibici.

IMG_0027.jpgQuesto è possibile perché l’esperienza di Sagi Rei lo portano ad abbracciare tutte le sonorità del Mediterraneo, così è facile poter udire un mix di suoni che passano da un ritmo arabo a quello andaluso, dai ritmi della Grecia a quelli conterranei.
Bello il brano “I just can’t stop loving you”, cantata in coppia con la bravissima corista Monica Magnani.

Ad accompagnare sul palco il cantante, l’arrangiatore e tastierista Enrico Caruso, alla batteria eIMG_0045.jpg percussioni Carlo Bellotti, al basso elettrico Luciano Saracino, alle chitarre Luca Allievi e Salvatore Correri.
Non sono mancati brani dei suoi precedenti lavori come la bellissima “All around the world” di Lisa Stansfield e la canzone che in quest’ultimo periodo gli sta dando un’ampia popolarità “I’ll fly you (L’amour toujours)” colonna sonora di uno spot d’intimo per la TV, coinvolgendo il pubblico che all’unisono ha cantato e per creare un’atmosfera onirica ha sventolato i cellulari .

IMG_0046.jpgA richiesta una signora del pubblico ha chiesto di poter ascoltare un brano in lingua israeliana. Sagi non si è fatto pregare e cantando a cappella ha proposto una canzone della sua connazionale Noa.

Un’ora e venti di buona musica e anche di tanta nostalgia.

Anna deMarzo
Bari – Sagi Rei racconta con eleganza e raffinatezza Michael Jacksonultima modifica: 2010-11-21T17:14:41+01:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento