Bari – ‘Il Corpo delle donne’ di Lorella Zanardo un libro per indignarsi

IMG_0003.jpgDalla rete alla scuola, un successo quello di Lorella Zanardo, che zitta zitta e piano piano , sta facendo discutere con il suo lavoro letterario che racconta anche in video con un documentario inserito su you tube “Il corpo delle donne”.

In Puglia per un mini tour di tre giorni, l’autrice e manager stamattina era alla libreria Feltrinelli di Bari assieme al governatore Nichi Vendola e alla giornalista Annamaria Minunno ed è apparsa compiaciuta nel vedere una libreria affollata di domenica e nel scoprire in questa regione tante scuole di alto livello con insegnanti pieni di energia .

“Il corpo delle donne” parla della mercificazione che la donna fa del proprio corpo per apparire inIMG_0001.jpg tv, una televisione con donne vivisezionate in trasmissioni di intrattenimento, contenitori che hanno una durata che superano le due ore e che sembrano privi di autori che li supportano.

Lorella Zanardi, spiega il motivo che l’ha spinta a scrivere questo libro, il tutto nato da due semplici gesti : “Accendere” e “Spegnere”.

IMG_0012.jpg“E’ una critica nata dopo aver vissuto all’estero e al rientro in Italia accendo il televisore, guardo quello che trasmette e non mi piace e lo spengo. Ho condiviso questo mio non piacere televisivo con due uomini, Cesare Cantù e Marco Malfi.
Abbiamo visionate 400 ore di programmazione e poi riassunto in 25 minuti in un film documentario ed inserito su un blog. Tutto questo senza alcun tipo di budget”.

Quello che Lorella Zanardo ha evidenziato è lo stesso che molti pensano e dicono.IMG_0007.jpg
Vediamo donne non protagoniste della vista sociale , mostrate per “quantità” e non per “qualità”, dove non è richiesta nessun tipo di competenza.

Ma cosa ne pensa il governatore Vendola, che andando controcorrente ha presentato una Giunta Regionale al femminile al 50% ?

IMG_0017.jpg“Lorella Zanardo ha il merito di restituirci brandello dopo brandello il corpo delle donne. Un merito forse anche per il suo percorso di vita, per non aver contribuito il suo lavoro su una evoluzione teorico culturale posizionandosi in un atteggiamento quasi naif. Merito anche di non essere femminista”.

Per Vendola la regressione culturale degli italiani è impressionante, per lui ciIMG_0015.jpg stiamo lentamente narcotizzando, davanti a trasmissioni sado-masochiste, che propongono liti domestiche e che annientano i bambini, non considerandoli più soggetti di diritto ma miniatura di adulti. Bambini che vengono violentati e strumentalizzati da una TV a cui si è adibito il ruolo di educatore.

“Negli anno 60 e 70 – continua Vendola – la Tv era la proiezione della scuola , con gli sceneggiati estratti dai classici della letteratura , libri che ci hanno formato. Oggi l’umiliazione della donna è la colonna sonora della nostra vita”.

IMG_0019.jpgLorella Zanardo vuole riappropriarsi non solo del corpo ma anche del volto della donne mature.
Ha notato che questo è un fenomeno prettamente occidentale, dove in tv le donne di una certa età, ritornano in rete dopo essere passate dal chirurgo estetico trasformando i loro volti in maschere inespressive , ovvero in “burka di carne”.

Per Lorella occorre salvaguardare i volti che scompaiono.

Per Vendola occorre anche rieducare i genitori, genitori che accompagnano i loro figli a provini , una brutalizzazione che viene compiuta dagli adulti che proiettano le proprie aspettative sui loro discendenti.

Genitori che hanno fallito la missione educativa e non contengono più le generazioni, perché hannoIMG_0013.jpg escluso quello dei vecchi , e questa perdita è l’interruzione dell’idea di famiglia.

“Stiamo parlando di una tragedia antropologica – conclude Vendola e la genitorialità dovrebbe iniziare a spegnere la tv”.

La Tv di oggi propone un oscuramento culturale ed il libro di Lorella Zanardo non offe delle risposte ma termine con delle domande :
– Perché non reagiamo?
– Perché non ci occupiamo dei nostri diritti?
– Di che cosa abbiamo paura?

Anna deMarzo
Bari – ‘Il Corpo delle donne’ di Lorella Zanardo un libro per indignarsiultima modifica: 2010-05-31T21:36:35+02:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento