Bitritto (Bari) – Denso e intenso il concerto degli Afterhours al palatour di Bitritto

1a4bbeb7ead9ef65fca05f8723c3eac5.jpgSono le 22e30 quando i sei componenti del gruppo salgono sul palco..davanti a loro un pubblico esaltato ed impaziente che si assiepa per assaporare più intensamente la performance.

Torna, per il pubblico pugliese, la grinta di Giorgio Prette a scandire il ritmo dietro la batteria, l’impassibile Giorgio Ciccarelli alla chitarra, Dario Ciffo al violino, Roberto Dell’Era al basso ed Enrico Gabrielli che si muove tra tastiere, sax, clarinetto. All’appello, ovviamente, non manca certo lui, Manuel Agnelli, leader della formazione, che anche per questa esibizione mostra la sua voce cangiante pronta a divenire rauca e grave per trasformarsi, poi, in acuta e distorta.

Presentano il loro nuovo album: ‘I Milanesi ammazzano il sabato’ che rispetto al loro rock-alternative dei lavori precedenti risulta molto più complicato e completo. Racchiude, infatti, suoni diversi, i brani sono spesso differenti l’uno dall’altro, ognuno è l’esplicazione di una determinata caratteristica: si passa dalla ‘chitarrina’ che con evoluzioni ci porta completamente nel rock ai suoni più elettronici sintomatici dell’utilizzo delle nuove tecnologie.

Sono eclettici gli Afterhours, sono in grado di suonare per 2 ore e sorprende con brani mai uguali tratti dal nuovo disco come: ‘Naufragio sull’isola del tesoro’, ‘E’solo febbre’ ‘Tutti gli uomini del presidente’, ‘Tarantella all’inazione’ e altri.
Non sono mancati, però, brani che hanno segnato la carriera dei sei musicisti e che, infatti, hanno letteralmente infuocato i fans che intonavano le parole di: ‘La sottile linea bianca’ e ‘La vedova bianca’ tratte da ‘Ballata per piccole iene’(2005).

Si è continuato con ‘Le verità che ricordavo’ da ‘Non è per sempre’(1999) per poi giungere alle indimenticabili ‘Punto G’, ‘Voglio una pelle splendida’ e ‘Male di Miele’ tratte dall’album ‘Ho paura del buio’ del 1997.

Un concerto denso e intenso dove Manuel e la sua band dimostrano, ancora una volta, la capacità di sapersi esprimere intensamente. Il loro live è emozionante ed avvolgente in grado di non deludere assolutamente le aspettative del pubblico.

Gli Afterhours hanno, inoltre, a disposizione un repertorio vasto che permette di sorprendere sempre con nuove scalette e soprattutto con nuovi arrangiamenti.

Luana Martino
Bitritto (Bari) – Denso e intenso il concerto degli Afterhours al palatour di Bitrittoultima modifica: 2008-05-16T08:44:51+02:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo