Un’altra donna : Viaggio interiore di una psicanalista al tempo della menopausa

94a4195879b7d5d67108cf645bd6aa2f.jpgL’incontro con Donatella Caprioglio, psicanalista e autrice del libro “Un’altra Donna” si è tenuto presso Libreria Laterza ieri 30 ottobre 2007.

Un’occasione per molte donne per confrontarsi ed esprimere serenamente emozioni, perplessità su un periodo difficile della loro vita: la menopausa, la scomparsa spontanea (pausa definitiva) delle mestruazioni, ovverosia la cessazione dell’età fertile della donna, dovuta all’esaurimento dell’ovaio.

Fortunatamente oggi abbiamo a disposizione una quantità infinita di libri, di riviste che parlano dell’argomento, che danno delle corrette spiegazioni a livello ginecologico, piuttosto che psicoanalitico… ma questo libro è stato per l’autrice-psicanalista un’esperienza importante, difficile.

Studiare il cambiamento da un punto di vista fisico e psichico porta allo sviluppo di una nuova scienza, che va al confine tra il cuore e le sue emozioni, e la razionalità della mente.

“Scrivere con gli occhi e le sensazioni di una donna più che di un medico ha rappresentato una sorta di resoconto su quello che avviene al proprio corpo e una piccola provocazione, al fine di uscire dal quei tabù, allontanarsi dai pregiudizi che spesso ci fanno abbassare la voce quando se ne parla” (Donatella Caprioglio).
Ma, quali le paure, (oltre il non potere più procreare)?!
Forse non essere più desiderabili? Forse temere di diventare invisibili? E perché?

La forza deve risiedere nell’anima, la donna deve uscire dallo stereotipo, dalla competizione con una ragazza più giovane, magari meno affascinante, ma in periodo fertile, perché oggi, una menopausa a 50 anni non vuol dire essere giunte al termine della propria esistenza, bensì trovarsi di fronte un lungo futuro.
“Ciò che ho voglia è continuare a guardare negli occhi la gente, vedere e mostrare la luce che c’è dentro me” (Donatella Caprioglio.)

A chi vuol vincere la paura cosa dire??

“Siamo fuori dal gioco. Bene smettiamo di giocare e viviamo; cerchiamo di comunicare, di saper ascoltare” (Donatella Caprioglio).

Un libro autobiografico, fuori dal comune (solitamente gli psicoanalisti non parlano di sé, non raccontano dei loro sogni), con un unico obiettivo: dare coraggio, riflettere, aiutare le donne a riconoscersi, ad aprirsi, ad affrontare un cambiamento al quale si è spesso impreparati, nonostante la conoscenza.

“E allora, partiamo da un’altra donna e soprattutto, continuamo a parlare!!!” (Donatella Caprioglio).

Diana Rodi
Un’altra donna : Viaggio interiore di una psicanalista al tempo della menopausaultima modifica: 2007-10-31T16:08:57+01:00da puglialive.net
Reposta per primo quest’articolo